Eduardo Kobra

Nato e cresciuto alla periferia di San Paolo, Eduardo Kobra è uno degli street artist più acclamati a livello mondiale. Le sue opere puntano a trasformare la società attraverso uno storytelling visuale fatto di passione, positività, cultura valori. Impossibile citare tutti i suoi lavori, quindi ci limitiamo a ricordare i suoi murales più celebri, ovvero quelli dedicati a Niemeyer, Gandhi, Madre Teresa, Martin Luther King, Einstein, Anna Frank, Andy Warhol, Ayrton Senna, Pelé.

Con le sue opere nel corso degli anni ha saputo colorare e trasformare le strade di tutto il mondo. La sua personalissima visione artistica è impregnata di speranza, è una via che ci guida attraverso mondi pervasi da un feroce ottimismo nei confronti della vitae dei suoi aspetti migliori. Un’arte fatta dalle e per le persone, un’arte che sia capace di arrivare a tutti in maniera trasversale partendo dai colori che trasformano i muri spogli delle nostre città.

Il mio nome è Paolo Rossi
Progetto
Io non ero un fenomeno dal punto di vista atletico, non ero neanche un fuoriclasse. Ma ero uno che ha messo le sue qualità al servizio della volontà. Mi pare un buon messaggio, non solo nello sport”. Paolo Rossi Il calciatore Paolo Rossi Quella di Paolo Rossi è una classica storia italiana che parte dalla provincia e parla di sogni, di passione, di cadute, di riscatto, di amore per la vita e per lo sport. È la storia di un ragazzo che, contro tutto e tutti, riesce nel giro di novanta minuti a diventare il simbolo di un Paese ferito,…
Il mio nome è Paolo Rossi
Progetto
Io non ero un fenomeno dal punto di vista atletico, non ero neanche un fuoriclasse. Ma ero uno che ha messo le sue qualità al servizio della volontà. Mi pare un buon messaggio, non solo nello sport”. Paolo Rossi Il calciatore Paolo Rossi Quella di Paolo Rossi è una classica storia italiana che parte dalla provincia e parla di sogni, di passione, di cadute, di riscatto, di amore per la vita e per lo sport. È la storia di un ragazzo che, contro tutto e tutti, riesce nel giro di novanta minuti a diventare il simbolo di un Paese ferito,…